zerolibero
Siamo una Communication, Web, SEO, Social e Internet Marketing Agency nata nel 2007 da un’idea di giovani imprenditori. Aiutiamo le Aziende a creare la giusta strategia di Comunicazione e web marketing portando benefici concreti in termini di visibilità, richieste e vendite online. Ad oggi la nostra Agenzia, si attesta tra le migliori su Roma e Provincia, affiancando costantemente ogni Cliente, ottenendo il massimo rendimento dalle opportunità offerte dal digitale.

SEO

Pay Per Click (PPC) Management

Campagne Social

Email Marketing

Siti Internet

Contattaci Tranquillamente
Scopri cosa possiamo fare per te contattandoci ai seguenti:

+39 328-027-4043

+39 06-905-7036

info@zerolibero.com

Via Lorenzo il Magnifico 23/1 - 00013 - Fonte Nuova (RM)

+39 328-027-4043

+39 06-497-748-61

Via L. il Magnifico 23/1 Fonte Nuova (RM)

Top

SEO Mobile: Cosa avviene nel passaggio al Mobile-First Indexing

SEO Mobile: Cosa avviene nel passaggio al Mobile-First Indexing

Il primo annuncio ufficiale, risale a Marzo 2018 anche se l’indicizzazione SEO Mobile è iniziata già da prima. L’ufficializzazione del Mobile-First Indexing, è solo il primo e vero riconoscimento di Google, attraverso i propri canali ufficiali.

Per comprendere meglio come prima cosa capiamo cosa significa “indicizzazione”.

Google utilizza un processo per archiviare sui propri database tutte le pagine web. Nel momento in cui le scansiona, per scoprirne tutti i contenuti, ne crea una copia, nel formato utile al proprio algoritmo, e la classifica rispetto ad una definita Query (ricerca).

Poi nel momento in cui un utente esegue una determinata ricerca, attraverso una parola chiave (keyword) ben precisa, allora il motore di ricerca (Google) ci propone una classifica (SERP).

Il posizionamento sulla SERP dipende da tantissimi fattori, che non staremo qui a spiegare adesso.

Bene, fino a Marzo Google aveva un unico indice basato sulle classifiche dei siti su desktop. Quando un utente faceva una specifica ricerca (Desktop o Mobile), la parte di recupero dell’algoritmo esaminava l’indice desktop e stilava una classifica esclusivamente in base a questo indice. Questo metodo comportava alcuni problemi. Il problema principale lo percepiva il cliente che dopo aver fatto la sua ricerca veniva indirizzato su un sito che aperto da mobile aveva un aspetto diverso da quello desktop e soprattutto per la sua forma ridotta non presentava le stesse informazioni del sito principale.

Questa Google la vede come una brutta esperienza per l’utente, ma purtroppo è praticamente la norma su troppi siti.

Adesso vediamo cosa significa indicizzazione Mobile-First

Nel tentativo di offrire la migliore esperienza possibile, l’indicizzazione per dispositivi mobili consente a Googlebot di eseguire la scansione e indicizzare solo la versione mobile di una pagina.

Poiché ora vengono eseguite più ricerche sui dispositivi mobili rispetto ai browser desktop, questo è un modo per Google di garantire che la maggior parte degli utenti trovi contenuti ottimizzati per il proprio schermo. Se un sito non ha una versione ottimizzata per i dispositivi mobili, Google eseguirà comunque la scansione e indicizzerà il sito così com’è.

Per chiarire, non esiste un ‘indice mobile-first’ diverso dall’indice principale. Tutti i contenuti saranno inclusi nello stesso indice, ma Google utilizzerà le versioni mobili quando disponibili.

Quale sarà l’impatto sulle classifiche dei motori di ricerca?

Google assicura ai proprietari dei siti che l’indicizzazione per dispositivi mobili non avrà alcun impatto sulle classifiche. Questa è semplicemente una modifica al modo in cui i contenuti vengono raccolti per l’indice di Google. In altre parole, un sito che è stato migrato all’indicizzazione mobile-first non avrà alcun vantaggio su un sito che non è ancora stato migrato.

Tuttavia, i contenuti ottimizzati per i dispositivi mobili verranno generalmente classificati più in alto nei risultati di ricerca quando l’utente cerca su un dispositivo mobile. Questa misura è in vigore dal 2015.

Per il SEO Mobile Google sta avvisando i proprietari dei siti

I rappresentanti di Google hanno affermato che un numero significativo di siti web è già stato migrato verso l’indicizzazione mobile-first. I siti che sono stati migrati vengono notificati tramite Search Console. Fondamentalmente, le uniche pagine interessate saranno le pagine che hanno una versione mobile che non include lo stesso contenuto della versione desktop.

Il miglior lavoro che possiamo fare è quello di trasformare tutte le pagine in versione mobile cercando di non alterare troppo i contenuti o addirittura di proporne in quantità ridotta.

Condividi